benvenuti a ankor wat

Il primo assaggio del viaggiatore di Angkor Wat, la massima espressione del genio Khmer, è accompagnato solo da pochi punti selezionati sulla terra. Costruito da Suryavarman II (r 1112-52) e circondato da un vasto fossato, il tempio è uno dei monumenti più ispirati mai concepiti dalla mente umana.

Angkor Wat è il cuore e l’anima della Cambogia: è il simbolo nazionale, l’epicentro della civiltà Khmer e una fonte di fiero orgoglio nazionale. Non è mai stato abbandonato agli elementi ed è stato praticamente in uso continuo da quando è stato costruito.

Semplicemente unico, è una straordinaria miscela di spiritualità e simmetria, un esempio duraturo della devozione dell’umanità ai suoi dei. Assapora il primo approccio, poiché quel momento di formicolio quando emergi sul terrapieno interiore raramente si farà sentire di nuovo. È il tempio meglio conservato di Angkor e le visite ripetute vengono premiate con dettagli precedentemente inosservati.

l

a

.

s

t

o

r

i

a

Costruito tra il 1113 e il 1150 circa e comprendendo un’area di circa 500 acri (200 ettari), Angkor Wat è uno dei più grandi monumenti religiosi mai costruiti. Il suo nome significa “città del tempio”.

Originariamente costruito come tempio indù dedicato al dio Vishnu, fu trasformato in un tempio buddista nel 14 ° secolo e le statue del Buddha furono aggiunte alla sua ricca opera d’arte. Qualche tempo dopo fu trasformato in una fortificazione militare. Oggi è un patrimonio mondiale dell’UNESCO che gli scienziati stanno lottando per preservare.

La sua torre centrale alta 65 metri è circondata da quattro torri più piccole e da una serie di mura di cinta, un layout che ricrea l’immagine del Monte Meru, un luogo leggendario nella mitologia indù che si dice giaccia oltre l’Himalaya e essere la casa degli dei.

La città dove è stato costruito il tempio, Angkor, si trova nella moderna Cambogia e un tempo era la capitale dell’Impero Khmer. Questa città contiene centinaia di templi. La popolazione potrebbe essere stata oltre 1 milione di persone. Era facilmente la più grande città del mondo fino alla rivoluzione industriale.

Angkor aveva un nucleo urbano che avrebbe potuto facilmente contenere 500.000 persone e un vasto entroterra che aveva molti più abitanti nella ricerca di scansione laser ad aria (lidar). I ricercatori hanno anche identificato una città “perduta” chiamata Mahendraparvata, che si trova a circa 25 miglia (40 chilometri) a nord di Angkor Wat.

leggi di più sulla storia

organizza la vostra vacanza

come arrivare

Angkor Wat si trova nel cuore del Parco Archeologico di Angkor, a soli 6 km a nord del centro di Siem Reap. Puoi volare a Siem Riep, che ha un aeroporto internazionale.

           dove dormire

La maggior parte dei visitatori di Angkor Wat si trova a Siem Reap, dove troverete una vasta gamma di opzioni di alloggio.

    come girare

Ci sono una serie di opzioni di trasporto da Siem Reap a Angkor Wat tra cui moto, remork-moto e auto. Ciclismo e passeggiate sono anche possibili.

    quando andare

La Cambogia gode di un clima relativamente mite tutto l’anno, quindi visita la Cambogia a tuo piacimento. Tieni presente, tuttavia, che il paese ha due stagioni distinte: secca (da ottobre a fine aprile) e umida (da maggio a fine settembre). 

mappa di angkor wat

Situata nella Cambogia nordoccidentale, la colorata città di Siem R è da decenni una popolare destinazione turistica ed è conosciuta per i suoi numerosi siti storici e religiosi, le influenze culturali francesi e la ricca e multiforme cultura locale. Angkor Wat è solo uno dei suoi famosi templi….

esplora la mappa

Biglietti

Ogni anno, milioni di persone visitano l’imponente e misteriosa tempio di Angkor Wat in Cambogia. Ma anche combattendo le folle, c’è qualcosa nell’aura magica del complesso di Angkor che ti fa sentire come se stessi scoprendo un mondo tutto tuo. Leggi la nostra guida ai prezzi.

 

C’è una vasta selezione di ristoranti in fila di fronte all’ingresso di Angkor Wat che include diversi ristoranti locali.

Dove mangiare ad Angkor Wat:

  • Khmer Angkor Restaurant: di fronte all’unico e unico Angkor Wat, il famoso ristorante Khmer Angkor ha un grande menu di successi di classici Khmer e specialità asiatiche e fa un vivace commercio con gruppi di turisti di passaggio.
  • Angkor Reach Restaurant: questo grande ristorante turistico di fronte alla strada rialzata occidentale per Angkor Wat serve tutti i famosi piatti Khmer oltre a un mix di cinese, tailandese e internazionale.
  • Chez Sophea: Chez Sophea offre carni alla griglia e pesce, accompagnato da un’insalata fatta in casa, ma i prezzi sono alti rispetto ai vicini. È un’opzione suggestiva per la cena, poiché tutti gli altri ristoranti sono chiusi in quest’area, quindi è davvero esclusivo.

Cosa prendere:

  • Fish amok: la pesca del pesce è tenuta in grande considerazione come piatto tipico della Cambogia, e il curry cremoso può essere trovato in abbondanza nei menu nei centri turistici. Filetti di pesce d’acqua dolce a cubetti vengono soffocati nel latte di cocco, uova, salsa di pesce e zucchero di palma.
  • Kuy teav: Kuy teav – o zuppa di spaghettini – è fatta con carne di maiale o ossa di manzo e vermicelli di riso. Il gustoso brodo è sormontato da scalogno fritto e aglio, germogli di soia, cipolla verde ed erbe aromatiche. Si aggiungono polpette di pesce o di maiale. I lati includono pasta di peperoncino, mezzo lime e salsa hoisin.
  • Insalata di pollo e banana: Rinfrescante e leggera, questa insalata è il modo ideale per allontanare il caldo di mezzogiorno. Fette di petto di pollo sono servite in mezzo a croccanti fiori di banano, scalogni fritti, aglio, peperoncino e citronella, con lime fresco spremuto sopra.
  • Manzo loc lac: Strisce di carne tenera saltate in padella su un letto di foglie di lattuga, pomodori a fette, cetrioli e anelli di cipolle crude. Spesso, un uovo fritto è posto sopra. Il premio per questo piatto è la salsa per immersione di succo di lime e pepe – fallo Kampot per far sì che i sapori diventino davvero pop.

d

a

.

m

a

n

g

i

a

r

e

recensioni @tripadvisor

eccellente

Le aspettative sono sempre tante visitando un posto del genere, nonostante non sia il mio templio preferito del complesso in Siem Reap, è sempre emozionante vederlo non in foto. Evitate di andare all’alba/tramonto poichè la folla rovina il momento, io ho preferito visitarlo nel pomeriggio quando non cè nessuno e si può cogliere il momento.

Elisapoli

ouaah

Veramente grandioso, da rimanere senza fiato, c’è tanta gente ma il complesso dei tempi è talmente grande che ci si muove senza problemi. Noi abbiamo optato per prendere un tuk tuk per circa 5/6 ore a $ 20 per fare i templi più significativi. Veramente da non mancare. Dal albergo ci è voluto 1 ora tra il viaggio e la fermata per prendere i biglietti. Se avete dei bambini secondo me non optate per la bici perché arrivate lì già stanchi…

Emmanuelle

non ci posso credere

Finalmente questo posto! Visto alla televisione e letto su innumerevoli riviste, ora invece sono qui….dentro…. Una emozione inspiegabile. Il sito è immenso e le cose da vedere sono tantissime: il consiglio è di affittare una guida specialistica per cogliere tutto il possibile. Da veder, da gustare, da assorbire…. Alla mattina all’alba…. Alla sera al tramonto….

MarcelloGrantini

tempio imponente

Chi viene a SIem Reap lo fa principalmente per i grandi templi. Angkor Wat èforse il più famoso e uno dei meglio conservati. Pieno di turisti, agosto non è la stagione migliore per visitarlo (il cielo è sovente nuvoloso) ma comunque il tempio è molto bello. Impegnative le salite ripide su scale di legno, per chi come me soffre di vertigini. Da vedere senz’altro

AugustoDavico

Se non ci vieni non lo immagini

Era tanto che volevo venire in Cambogia e Angkor Wat è stata l’ultima tappa dopo aver visitato il Vietnam e poi Phnom Penh: sicuramente merita il lungo viaggio. Mi raccomando: scarpe comode, acqua e una guida, meglio se locale (la Lonley Planet non è la stessa cosa). Enjoy!

Daniela D

esperienza unica

Abbiamo iniziato la visita al sito con l’Angkor Wat. Consiglio di arrivare la mattina prestissimo per godere anche dell’ alba con il sole che sorge dietro al profilo del tempio. È un’esperienza che permette di immergersi profondamente nell’atmosfera dei templi e nel loro significato autentico. Il tempio è circondato da un largo fossato pieno di acqua, dove una passerella galleggiante consente di accedere al complesso monumentale e imponente.

58grazia

finalmente cambogia

Visita ai famosissimi templi di Angkor Wat effettuata purtroppo in una giornata di tempo brutto. I templi e il cielo avevano lo stesso colore grigio e cupo Anche se qs ha ovviamente influito negativamente, il colpo d’occhio sull’insieme del sito è stato impressionante

mariag

spettacolare

Complesso monumentale di dimensioni molto vaste, veramente spettacolare! ti perdi immaginando di ritornare indietro nel tempo, osservando incisioni e particolari ovunque… tantissima gente( purtroppo mi viene da dire, al contempo capisco non possa essere diversamente), consiglio un copricapo per il sole ad ogni modo, che picchia anche in presenza di nubi: figuriamoci se non ci sono!

mrstopmoto

senza parole

Un luogo unico, affascinante, maestoso, imponente; è uno di quei posti magici in cui ti sembra che il tempo si sia fermato. Servirà almeno un’intera giornata per ammirare i templi; ma per chi può, meglio concedersi 3 giorni interi. 

Annalisa

un sogno che si aveva

Per anni, sin da bambina, ho guardato copertine patinate di riviste, con l’immagine della città fantasma inca. Machu Picchu. La mattina presto in fila per il bus che attraverso un tornante in salita e nebbia ti porta all’ingresso del sito archeologico. C’è già un bel po’ di gente. Si inizia a salire, pian piano, fino ad una terrazza e tra la nebbia mattutina è lí, imponente, silenziosa e suggestiva. Trovarsi davanti a quella città antica incastonata tra le vette, è emozionante. 

Roberta Esposito

puerta del sol

Machu Picchu è uno di quei luoghi da inserire nella propria lista dei desideri. Raggiungerla dopo il trekking del Comino Real è un’esperienza che non smetterò mai di raccomandare. Il classico viaggio che non puoi non fare nella tua vita. Arrivare all’alba sotto la Puerta del Sol, salire gli ultimi gradoni con un po’ di emozione ed affacciarsi sulla città mentre il sole fa capolino ti fa stare bene.

Io Viaggio in Famiglia

stupendo

Non partite senza avete questa visita organizzata da un’agenzia altrimenti rischiate di non vederlo. Si arriva ad Agua Caliente con il treno, la città ai piedi della montagna. Il giorno dopo si parte alla mattina anche alle 9.00, non fidatevi di quelli che vi dicono che dovete svegliarvi alle 4.30. Dovete comprare i biglietti del bus prima e il biglietto del parco. Il bus ci impiega 25 minuti per salire fino alla cima, potete salire anche a piedi ma ci vogliono 2 ore e poi finite con non godervi la vista. 

Iaiaontour

eccenzionale 

Non ci sono parole per descrivere l’emozione che prova arrivando a Machu Picchu.
Nel nostro caso siamo arrivati alle 7:15 del mattino .
La montagna era avvolta nella nebbia che poi piango piano si è diradata consentendoci foto eccezionali.
Consiglio una guida perché all’interno del sito ci sono percorsi a senso unico e se si sbaglia la direzione non si può tornare indietro.

Forest Paolo

meraviglioso

Vedere la cittadella inca al sorgere del sole,immersa nella foresta, è un’esperienza che non si dimentica per tutta la vita. Consiglio di prenotare il turno del mattino, perché meno affollato e più fresco se c’è il sole, di dormire la notte precedente ad Aguas Calientes, per gestire meglio il tutto. Conviene anche acquistare i biglietti del bus, meglio andata e ritorno perché dopo si è stanchi, la sera precedente. Al mattino meglio mettersi in coda per il bus entro le 4,30 per riuscire ad arrivare al sito all’alba perché e’ uno spettacolo indimenticabile. 

Marco673

sogno di trent’anni

Molto faticoso e non economico arrivare a Machu Picchu. Eppure abbiamo fatto un’ora di fila per prendere il bus che ci ha condotto attraverso 9km di strapiombo su, circa 10 minuti per consegnare gli zaini pesanti, circa 15 minuti per la fila in bagno, circa mezz’ora per entrare con biglietto e passaporto.
Poi continua la fila lungo tutto il tragitto tra i giovani che volano da una ripida scala ad un’altra e soste nei posti d’ombra.
Nonostante tutto questo una grande emozione. Prima di scendere fare una ulteriore fila per farsi mettere il timbro sul passaporto.
Da non perdere

RLR53

non ci sono parole

E’ inutile: anche se lo si è visto decine di volte in foto o documentari televisivi, essere là è un’emozione che non si può raccontare. Vi consiglio solo di non farvi prendere dalla frenesia di mille foto, selfie o riprese video. Ci si va spesso una sola volta nella vita e il biglietto dura due ore e mezza: prendetevi almeno 10 minuti per sedervi, magari nella zona sopra la casa del guardiano, cercate di isolarvi mentalmente e godetevi il panorama, sia delle rovine che delle montagne circostanti. E’ qualcosa di magico.

Francesco

favoloso

Sfido chiunque a dar meno di 5 stelle a questo posto. E’ incredibilmente suggestivo, magico ed è il sogno dell’immaginifico di tutti. Una localizzazione incredibile ed una bellezza unica nonostante la marea di persone che vi accedono. Era il sogno di una vita e lo ho realizzato. E’ a ragione una delle 7 meraviglie del mondo moderno: io ne ho viste ben 5 ma questa è in testa a tutte.

Osimo

meraviglia del mondo

Fortezza Inca che sorge sulle Ande peruviane sopra la valle del fiume Urobamba a 2430 metri di altezza. Non a caso tra le sette meraviglie del mondo moderno Patrimonio dell’umanità stilati dallUnesco . Principale metà turistica del Perù, si registrano 5000 visite al giorno .Auguri.  Da aguas calientes si raggiunge il sito con autobus pubblici a scorrimento continuo. Si suddivide in due zone, una agricola terrazzata per le coltivazioni ed una zona urbana dove si sviluppavano le varie attività civili e religiose

Giuliano C